CENNI STORICI

Facciata Casa San GiuseppeL’attuale Casa San Giuseppe affonda le sue radici nel lontano 27 ottobre 1895 quando Don Ambrogio De Micheli, sacerdote appassionato alla salvezza delle anime, diede apertura ufficiale all’Oratorio femminile, inteso come opera di assistenza religioso-sociale. Seguirà la Scuola di Economia domestica, di cucito e maglieria, il pensionato per le operaie, una biblioteca per le ragazze e il Giardino d’Infanzia (1913). Per dare continuità alla Scuola Materna, nel 1930 ha inizio la Scuola Elementare.
Alla morte di Don De Micheli, nel 1940, continuano la sua apprezzabile opera le Suore del Cuore di Maria, con spirito semplice e caritatevole, fino al 1959, anno in cui Mons. Angelo Banfi, Parroco di Melzo, stipula una convenzione con l’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Il 29 agosto di quell'anno arrivano le prime Suore, meglio conosciute come Salesiane di Don Bosco, a cui viene affidata la gestione delle opere già esistenti: Oratorio, Catechesi parrocchiale, Scuola Materna, Scuola Elementare, Convitto per orfane o ragazze in difficoltà, Casa di riposo per anziani.
Altro evento che segna l’opera salesiana nella cittadina di Melzo è la posa della prima pietra dell’edificio che ospiterà la Scuola Media: è il 19 marzo 1962; l’anno seguente si terrà l’inaugurazione.

 

L’ALBERO CRESCE

Nella Casa San Giuseppe lo sviluppo dell’offerta formativa ha visto le seguenti tappe:

  • Nel 1964 dal Ministero della Pubblica Istruzione si ottiene il Riconoscimento legale e la parifica per le cinque classi della Scuola Elementare.
    • Nello stesso anno, per ampliare l’offerta formativa nei confronti di ragazze più orientate ad inserirsi presto nel mondo del lavoro, si dà inizio ai Corsi professionali che rilasceranno alle alunne la qualifica di Segretaria di commercio.
    • Nel 1970 avviene la visita ispettiva per accertare il regolare funzionamento della Scuola Media in vista del legale riconoscimento, che arriva l’anno successivo, mentre si chiude l’educandato per esaurimento di domande.

 

  • Nel 1978 i Corsi Professionali entrano nel C.I.O.F.S. (Centro Italiano Opere Femminili Salesiane), con sovvenzione regionale. A partire dal 1985 la Scuola Elementare si apre alla coeducazione accogliendo anche gli alunni maschi.

Foto storica Casa San GiuseppeNel 1987, insieme all’avvio di una seconda sezione, anche la Scuola Media cessa di essere solo scuola femminile ed accoglie, quindi, anche i maschi.
Tra le numerose insegnanti Suore si inseriscono le prime docenti laiche, che rivelano buona collaborazione e desiderio di assimilare il carisma salesiano.

  • Negli anni ‘90, per la scarsa richiesta della tipologia di scuola, si decide la chiusura dei corsi professionali, ma vengono potenziati gli altri ordini di scuola e si continua il servizio di catechesi e di animazione oratoriana.
  • A seguito di una riflessione sullo specifico carismatico dell’Istituto, il 31 dicembre 1998 si chiude definitivamente la Casa di Riposo per anziani, considerando prioritario il servizio apostolico tra i giovani secondo il carisma dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.
    • Nel febbraio dell’anno 2000 si iniziano i lavori di ristrutturazione della Casa di Riposo destinata in parte all’accoglienza dei bimbi della scuola materna. L’inaugurazione ufficiale del plesso, denominato Scuola Materna “San Giuseppe”, avverrà il 1° ottobre dello stesso anno.

OGGI

Oggi i tre ordini di Scuola: Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado, sono più che mai consolidati e fiorenti. L’attività scolastica continua ad essere per circa cinquecento famiglie di Melzo e paesi limitrofi un prezioso servizio di educazione per la costruzione di una comunità  civile sana e cristiana.

Integrata e accanto ai tre tipi di scuola si svolge un’attività sportiva, tanto cara a don Bosco, e che trova il suo luogo di realizzazione nella palestra regolamentare dove accedono gli alunni nelle ore scolastiche e più di 150 ragazzi e giovani iscritti ai corsi di pallavolo della Società ARDOR delle PGS ( Polisportive giovanili salesiane) sono attivi nei vari campionati.